Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Corso di Laurea Magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari

Presentazione del corso

Corso di laurea magistrale in Scienze e tecnologie alimentari (Classe LM-70)

 

Articolazione del Corso di Studio

Il Corso ha la durata normale di 2 anni con il conseguimento di 60 crediti all'anno.

Numero esami: 10 più gli esami corrispondenti all'acquisizione dei crediti liberi ed escluso la verifica della ulteriore conoscenza linguistica;

Prova finale: consiste nello svolgimento di una tesi sperimentale, di ricerca o di sviluppo, inerente agli obiettivi formativi del Corso di Studio, e nella stesura di un elaborato finale per la descrizione e la discussione dei risultati ottenuti.

 

Articolazione Insegnamenti

L'attività didattica è svolta con lezioni, esercitazioni di laboratorio, sopralluoghi aziendali, seminari specialistici e prove in itinere.

Sono previsti 2 semestri all'anno di cui l'ultimo completamente disponibile al lavoro di tesi. Le discipline sono tutte insegnamenti monodisciplinari.

 

Figura professionale

Tecnologo alimentare magistrale

 

Conoscenze richieste per l'accesso

L'accesso al Corso di Studio può avvenire solo sulla base del possesso di specifici requisiti curriculari e di una adeguata preparazione personale.

E' richiesto il possesso di una laurea di primo livello di tipo scientifico, conseguita in Italia o all'estero e riconosciuta idonea, e il possesso di requisiti curriculari che prevedano un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici nelle discipline di base e nelle discipline generali delle Scienze e Tecnologie Alimentari, propedeutiche alle discipline caratterizzanti della classe LM 70. Ciò è desunto dall'aver acquisito nel I livello non meno di 45 CFU tra i settori scientifici disciplinari riportati nel Regolamento del Corso di Studio (ATTENZIONE: per maggiori dettagli vedere la pagina sul Regolamento e Ordinamento Didattico). 

Solo per i laureati che abbiano riportato una votazione finale inferiore a 100/110 l'accesso all'iscrizione è subordinato anche ad una prova individuale di valutazione, necessaria per la verifica del possesso di sufficienti conoscenze dei prodotti e dei processi alimentari, nonché della sufficiente conoscenza delle metodiche di analisi per il controllo delle materie prime, dei processi e dei prodotti alimentari finiti.

 

Competenze del laureato

Il corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Alimentari si propone come finalità:

  • fornire conoscenze avanzate e formare capacità professionali adeguate allo svolgimento di attività complesse di coordinamento, indirizzo e progettazione nel contesto delle organizzazioni produttive, di commercializzazione e di controllo del comparto alimentare;
  • fornire conoscenze avanzate e formare capacità professionali per garantire la qualità degli alimenti, non limitandosi alla sola componente della sicurezza.

Sono parole chiave della laurea magistrale: qualità, gestione, innovazione, etica della responsabilità, autonomia nella risoluzione di problemi.

 

Sbocchi occupazionali

Il laureato magistrale può svolgere le seguenti attività di progettazione, gestione, controllo, coordinamento e formazione relativamente alla produzione, distribuzione e somministrazione di alimenti e bevande alcoliche e non:

  • responsabile della produzione nelle organizzazioni che producono alimenti e bevande alcoliche e non;
  • responsabile del controllo qualità, assicurazione qualità e sistemi qualità nelle organizzazioni che producono e/o commercializzano alimenti e bevande alcoliche e non;
  • responsabile della ricerca e sviluppo nelle organizzazioni che producono e/o commercializzano alimenti e bevande alcoliche e non;
  • responsabile di laboratorio di analisi di alimenti e bevande alcoliche e non.

Il laureato può svolgere anche la libera professione, avendo i requisiti per svolgere l'esame di stato per l'iscrizione all'Albo professionale di "Tecnologo Alimentare".

 

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Le finalità formative si traducono nell'obiettivo specifico di fornire gli strumenti conoscitivi e operativi per affrontare e risolvere problemi legati alla valutazione e al miglioramento della qualità dei prodotti alimentari e dei relativi processi produttivi nell'ottica di una visione sistemica e di filiera. Si vuole formare un laureato in grado realizzare qualità e innovazione attraverso la capacità di:

  • definire e tenere sotto controllo il prodotto in relazione alle aspettative della collettività e delle imprese;
  • definire e tenere sotto controllo il processo produttivo idoneo al raggiungimento del prodotto;
  • definire e tenere sotto controllo le materie prime idonee alla conduzione del processo.

 

 
ultimo aggiornamento: 27-Gen-2014
UniFI Scuola di Agraria Home Page

Inizio pagina